Home|Uncategorized

UN SUCCESSO IL 1° CITTA’ DELLA CERAMICA IN MEMORIA DI ‘ISSIMO’

GIRONE A

MONTELUPO – Academy Porcari 3-1 (Bonanni, Gruosso, Gargani)

Academy Porcari – Zenith Prato 0-4

Zenith Prato – MONTELUPO 2-0

Squadra PT V N P RF RS
Zenith Prato 6 2 0 0 6 0
MONTELUPO 3 1 0 1 3 3
Academy Porcari 0 0 0 2 1 7

GIRONE B

Maliseti Seano – Margine Coperta 0-2

Margine Coperta – Livorno 9 1-0

Livorno 9 – Maliseti Seano 1-2

Squadra PT V N P RF RS
Margine Coperta 6 2 0 0 3 0
Maliseti Seano 3 1 0 1 2 3
Livorno 9 0 0 0 2 1 3

GIRONE C

Ponsacco – Coiano S. Lucia 0-1

Coiano S. Lucia – Mazzola Valdarbia 0-1

Mazzola Valdarbia – Ponsacco 0-2

Squadra PT V N P RF RS
Ponsacco 3 1 0 1 2 1
Coiano S. Lucia 3 1 0 1 1 1
Mazzola Valdarbia 3 1 0 1 1 2

GIRONE D

Portuale Livorno – Rinascita Doccia 3-3

Rinascita Doccia – Bellaria Pontedera 1-0

Bellaria Pontedera – Portuale Livorno 1-2

Squadra PT V N P RF RS
Portuale Livorno 4 1 1 0 5 4
Rinascita Doccia 4 1 1 0 4 3
Bellaria Pontedera 0 0 0 1 1 3

PIAZZAMENTI FINALI

SEMIFINALI 9°-12° POSTO

Academy Porcari – Livorno 9 2-0 / Bellaria Pontedera – Mazzola Valdarbia 2-0

FINALE 11°-12° POSTO: Livorno 9 – Mazzola Valdarbia 3-0

FINALE 9°-10° POSTO: Academy Porcari – Bellaria Pontedera 4-1.

SEMIFINALI 5°-8° POSTO

MONTELUPO – Maliseti Seano 0-1 / Coiano S. Lucia – Rinascita Doccia 0-0 (vince Doccia ai rigori)

FINALE 7°-8° POSTO: MONTELUPO – Coiano S. Lucia 2-5

FINALE 5°-6° POSTO: Maliseti Seano – Rinascita Doccia 5-0

SEMIFINALI 1°-4° POSTO

Margine Coperta – Zenith Prato 2-2 (vince Margine coperta ai rigori) / Portuale Livorno – Ponsacco 1-1 (vince Portuale ai rigori)

FINALE 3°-4° POSTO: Ponsacco – Zenith Prato 0-3

FINALE 1°-2° POSTO: Margine Coperta – Portuale Livorno 3-0

I Giovanissimi B del MONTELUPO

Al termine della prima edizione è stato il Margine Coperta (nella foto di copertina) ad iscrivere per prima il proprio nome nell’Albo d’Oro del Torneo Regionale “CITTA’ DELLA CERAMICA – MEMORIAL MASSIMO MORI”, che da giovedì a domenica è andato in scena agli impianti “Castellani” e “Brandani” per la categoria GIOVANISSIMI B. Al di là dello splendido spettacolo regalato in campo dalle 12 partecipanti, in rappresentanza di 7 province toscane, all’insegna del divertimento e del fair-play, questa prima edizione è andata in archivio tra i sorrisi di tutti coloro che si sono adoperati per la completa riuscita della manifestazione. Tanti i volontari genitori che si sono infatti messi a disposizione, soprattutto per servizio ristoro e che, in occasione dell’ultima giornata di gare, hanno anche ricevuto la visita del Sindaco Paolo Masetti.

I volontari insieme al Sindaco Masetti (al centro)

“Innanzitutto faccio i miei complimenti ai nostri ragazzi per come hanno affrontato le gare anche se i risultati non li hanno premiati per come avrebbero meritato. In secondo luogo ringrazio tutti i volontari che hanno curato l’ambito ristorazione, permettendo la perfetta riuscita di questo delicato compito, e più in generale tutti coloro che si sono prodigati in questi giorni, per far si che il torneo riuscisse nel miglior modo possibile – commenta il Responsabile del nostro Settore Giovanile, ANDREA VAGLINI – Non so se è più la stanchezza o la soddisfazione. Sicuramente un impegno gravoso che mi ha assorbito mentalmente e fisicamente. Ma è stato un atto dovuto nei confronti di una persona splendida come ‘issimo’. La ruota della vita ci insegna che ogni fine è un nuovo inizio e anche a questo giro non si sfugge da questa massima. Cercheremo quindi di organizzare una seconda edizione ancora più bella ed accattivante…”.

Per quanto riguarda i premi individuali, infine, ERJON DEDELI (prima foto da sinistra) del Maliseti Seano si è laureato capocannoniere con 5 reti mentre DORIAN MATASSI (foto al centro) del Ponsacco si è aggiudicato il premio come miglior portiere. Il titolo di miglior giocatore del torneo è andato invece a GIANMARCO BARATUCCI (seconda foto da sinistra) dello Zenith, mentre il tecnico montelupino MIRKO LANDINI (seconda foto da destra) è stato premiato con il riconoscimento di mister fair-play. Infine, a dirigere la finalissima è stato il fischietto della sezione di Empoli PAOLO CILIA (prima foto da destra).

Il capocannoniere Dedeli (Maliseti)
Il miglior giocatore Baratucci (Zenith Prato)
Il miglior portiere Matassi (Ponsacco)
Il Mister Fair Play Landini (Montelupo)
L'arbitro della finale, Paolo Cilia (sezione Empoli)
Di |2022-06-06T16:34:27+00:006 Giugno 2022|Uncategorized|0 Commenti

1° TORNEO “CITTA’ DELLA CERAMICA”-MEMORIAL MORI, CI SIAMO!

SI PARTE DOMANI, LE FINALI DOMENICA

Ormai è solo questione di ore e poi si alzerà il sipario sul 1° TORNEO REGIONALE “CITTA’ DELLA CERAMICA”, che da domani a domenica (con la sola eccezione di venerdì) vedrà scendere in campo sia al “CASTELLANI” che al “BRANDANI” 12 formazioni da tutta la Toscana in memoria di “ISSIMO” MASSIMO MORI, compianto dirigente amaranto scomparso nell’ottobre del 2018. La manifestazione è riservata alla categoria GIOVANISSIMI B UNDER 14 2008 e vedrà rappresentate sette province della nostra regione con alcune delle maggiori realtà toscane a livello giovanile.

La formula del torneo prevede la disputa di quattro triangolari con gare di sola andata, al termine delle quali le prime quattro classificate accederanno alle semifinali per stabilire i piazzamenti dal 1° al 4° posto; le quattro seconde classificate daranno vita alle semifinali per stabilire i piazzamenti dal 5° all’8° posto e infine le quattro terze classificate si contenderanno le posizioni dal 9° al 12° posto.

Questi i quattro raggruppamenti

GIRONE A GIRONE B GIRONE C GIRONE D
MONTELUPO Maliseti Seano Ponsacco Portuale Livorno
Academy Porcari Margine Coperta Coiano S. Lucia Rinascita Doccia
Zenith Prato Livorno 9 Mazzola Valdarbia Bellaria Cappuccini

Di seguito, invece, ecco il calendario completo

Di |2022-06-01T16:21:53+00:001 Giugno 2022|Blog, Design, News, Uncategorized|0 Commenti

MONTELUPO – SESTESE 2-1

LA SALVEZZA E’ REALTA’

MONTELUPO: Delfino, Cupo, Fornai (65’ Granato), Brogi, Buzzi, Corsinovi, Marrazzo (55’ Mattei), Cerboni (74’ Gueye), Anedda, Ndaw, Semplici. A disp.: Parrini, Masoni, Bagnoli, Gori, Beconcini, Koceku. All.: Lucchesi.

SESTESE: Valoriani, Grazzini, Bandinelli, Fattori (46’ Renieri, 70′ Farulli), Sanni, Bencini (46′ Nencini), Wahabi, Vinciarelli (46’ Idmane), Di Vico, Ridolfi, Paggetti. A disp.: Giuntini, Romani, Capetta, Simeone, Silvestri. All.: Melani.

ARBITRO: Biagini di Lucca (assistenti Liberatori di Arezzo e Lazzareschi di Lucca).

RETI: 11’ Anedda; 20′ Cupo; 83’ Paggetti.

PARTENZA SPRINT E SOFFERENZA FINALE

La festa in campo vista dagli spalti (Foto di Giulia Lucchesi)

Abbiamo dovuto soffrire fino al 90′, ma al triplice fischio finale si è innalzato l’urlo del Castellani: SALVEZZA!. Dopo la rocambolesca sconfitta di misura, maturata in rimonta negli ultimi cinque minuti di gioco dell’andata, i nostri ragazzi erano costretti a vincere davanti ai propri sostenitori, accorsi in massa sulle tribune del Castellani, per mantenere la categoria. E capitan LEONARDO CORSINOVI e compagni non hanno sbagliato approccio al match: sono bastati 20 minuti, infatti, agli amaranto per ribaltare il risultato di Sesto Fiorentino. All’11’ MIRKO MARRAZZO affonda sulla fascia e pennella un traversone al bacio per FABRIZIO ANEDDA, che appostato sul secondo palo insacca di testa. Passano 9 minuti e il Montelupo raddoppia: stavolta è GIACOMO CERBONI a disegnare la parabola giusta in area per l’accorrente FILIPPO CUPO, il quale stacca perfettamente di testa spedendo la sfera sotto l’incrocio dei pali.

La Sestese appare frastornata e i padroni di casa provano a sfruttare l’inerzia della sfida con FABRIZIO ANEDDA che al 24′ si procura anche un calcio di rigore, salvo poi spedirlo fuori alla destra del portiere. Si resta quindi sul 2-0, che è anche poi il punteggio con cui si va all’intervallo anche se gli amaranto avrebbero meritato un vantaggio più ampio viste pure le occasioni non sfruttate da ALIOUNE NDAW e FILIPPO SEMPLICI. Il canovaccio tattico del match, comunque, non cambia nemmeno in avvio di ripresa con i rossoblù ospiti che provano a fare la partita, ma che sbattono costantemente contro l’ottima organizzazione tattica del Montelupo, che ha l’unica pecca di non chiudere il conto. Gli amaranto non riescono infatti a concretizzare altre due occasioni con il neo entrato ELHADJI GUEYE, che pescato per due volte negli ultimi sedici metri avversari, prima non riesce a concludere e successivamente spara addosso al portiere.

La gioia amaranto a fine partita (Foto presa dalla pagina FB dell’assessore allo sport Simone Focardi)

Si arriva così all’83’ quando una disattenzione difensiva costa cara: sugli sviluppi di una punizione laterale, in cui la Sestese è solita muovere la palla invece di metterla subito in mezzo, FEDERICO BUZZI e compagni si lasciano sorprendere dal solito Paggetti (mattatore della gara all’andata con la doppietta decisiva), il quale trova il pertugio giusto per accorciare le distanze. A questo punto nelle fila amaranto inizia a serpeggiare un po’ di comprensibile paura di vedersi sfuggire di mano l’obiettivo proprio sul più bello. I ragazzi di mister ANDREA LUCCHESI, comunque controllano bene il forcing finale della Sestese e portano a casa la tanto agognata salvezza.

Queste a fine match le parole del nostro allenatore:

Mister Lucchesi portato in trionfo dai suoi ragazzi (Foto presa dalla pagina Fb dell’assessore allo sport Simone Focardi)

“Abbiamo disputato un primo tempo importante, come ci è capitato spesso durante questa stagione, ma non siamo riusciti a concretizzare per quanto prodotto. E non mi riferisco solo al rigore sbagliato perché prima dell’intervallo abbiamo sprecato almeno altre due ottime occasioni per chiudere la partita. Anche nella ripresa ci sono capitate diverse opportunità per mettere il punto esclamativo e regalarci un finale di partita meno ansioso. Invece, poi, su una punizione laterale in cui loro sono bravi a muovere la palla, ci siamo fatti sorprendere ed è arrivato il 2-1 che ha inevitabilmente acceso il finale di gara. Comunque è bene tutto quel che finisce bene, anche perché non raggiungere la salvezza sarebbe stata una punizione troppo severa per questo gruppo, che per quanto fatto vedere in campo avrebbe invece meritato persino i play-off”.

Di |2022-05-30T16:38:05+00:0030 Maggio 2022|Blog, Design, Featured, News, Uncategorized|0 Commenti

SESTESE – MONTELUPO 2-1

ULTIMI CINQUE MINUTI FANALI

SESTESE: Valoriani, Grazzini, Bandinelli, Fattori, Sanni, Bencini, Wahabi (75’ Idmane), Vinciarelli (60’ Capetta), Di Vico (80’
Silvestri), Ridolfi (65’ Renieri), Simeone (52’ Paggetti). A disp.: Giuntini, Romani, Nencini, Farulli. All. Melani.

MONTELUPO: Delfino, Cupo, Fornai (57’ Granato), Brogi, Corsinovi, Buzzi, Marrazzo (60’ Koceku), Cerboni, Anedda,
Ndaw, Semplici (60’ Gueye). A disp.: Parrini, Masoni, Bagnoli, Beconcini, Gori, Mattei. All. Galgani (Lucchesi squalificato).

ARBITRO: Buchignani di Livorno (assistenti Mazzoni e Tilli di Prato).

RETI: 58’ Brogi; 85’ e 90’ Paggetti.

UNA VITTORIA CI SEPARA DALLA SALVEZZA

Avanti fino all’85’ il Montelupo torna dall’andata dei play-out di Sesto Fiorentino con un pugno di mosche in mano. Il micidiale uno-due piazzato  dalla Sestese negli ultimi 5 minuti vale infatti il sorpasso e costringe adesso gli amaranto a vincere a tutti i costi il match di ritorno di domenica prossima al “Castellani” (basta anche con una rete di scarto perché pareggiando la differenza reti avremmo il vantaggio del miglior piazzamento al termine della regular season.

Bisognosa di vincere, la Sestese iniziai a spron battuto e si rende minacciosa dalle parti di RICCARDO DELFINO in un paio di circostanze, ma il portierone amaranto risponde presente in entrambe le occasioni: prima sventa la conclusione di Di Vico al 9′ e poi si ripete al 13′ su Simeone. I ragazzi di mister ANDREA LUCCHESI lasciano l’iniziativa ai rossoblù locali, che al 28′ si vedono anche annullare una rete per fuorigioco allo stesso Simeone, per poi provare a far male in contropiede e prima dell’intervallo riescono a rendersi pericolosi con ALIOUNE NDAW, che strozza troppa il tiro al momento di battere a rete e due volte con FABRIZIO ANEDDA, specialmente al 44′ quando il suo mancino termina di un soffio a lato.

Si va quindi al riposo a reti bianche, ma dopo l’intervallo è il Montelupo ad entrare meglio in campo tanto che al 58′ trova anche il vantaggio grazie ad un perentorio stacco aereo di EDOARDO BROGI. Con il passare dei minuti, però, il Montelupo abbassa un po’ troppo il proprio baricentro lasciando troppo campo alla Sestese, che grazie anche all’innesto di forze fresca alza la propria pressione offensiva. Proprio uno dei nuovi entrati, Paggetti è l’eroe di giornate: all’85’ sugli sviluppi di un corner trova infatti il chirurgico diagonale rasoterra dal limite dell’area che vale il pareggio e al 90′ fulmina nuovamente DELFINO con uno splendido esterno sinistro al volo da fuori area che termina la propria corsa esattamente sotto l’incrocio dei pali per il tripudio locale.

Di |2022-05-23T15:33:17+00:0023 Maggio 2022|Blog, Design, Featured, News, Uncategorized|0 Commenti

AUDAX RUFINA – MONTELUPO 1-4

POKER DA FAVOLA MA NON BASTA

AUDAX RUFINA: Lanzini, Castri, Trincia, Maccari, Giannelli, Galantini, Giordani (57’ Massa), Falugiani, Cicalini (50’ Camara), Benvenuti (65’ Somigli), Bachi. A disp.: Onasini, Fusi, Bechelli, Gori, Tempestini, Sequi. All. Diotaiuti.

MONTELUPO: Delfino, Marrazzo, Granato, Brogi, Corsinovi, Buzzi, Fornai (55’ Cupo), Cerboni, Anedda, Ndaw (86’ Gueye), Semplici (65’ Koceku). A disp.: Parrini, Masoni, Mattei, Bagnoli, Beconcini, Gori. All. Lucchesi (squalificato, in panchina Galgani).

ARBITRO: Giovanili di Arezzo (assistenti Cucciniello di Arezzo e Scipione di Firenze).

RETI: 15’ Semplici; 57’ Bachi; 63’ Ndaw; 85’ Anedda; 93’ rig. Gueye.

LA SALVEZZA PASSA DAL PLAY-OUT CON LA SESTESE

Ci vorranno ancora 180 minuti di sofferenza per portare a casa una salvezza strameritata per quanto visto durante la stagione. Nonostante il poker rifilato alla terza forza del campionato, infatti, il Montelupo è costretto a giocarsi la permanenza in categoria nel play-out contro la Sestese (andata domenica prossima a Sesto Fiorentino e ritorno quella successiva al Castellani). Questo perché contemporaneamente ha vinto anche il San Piero a Sieve, che ha così difeso il proprio quintultimo posto che visto l’ampio margine sulla penultima li ha consentito di festeggiare anticipatamente la salvezza.

A questo punto non bisogna però farsi prendere dalla delusione e dai rimpianti, ma continuare a lavorare a testa bassa ancora per due settimane per andare a prenderci quello che ci siamo ampiamente meritata già durante la stagione regolare. Tornando alla sfida di Rufina, invece, mister ANDREA LUCCHESI (in tribuna per squalifica con in panchina il preparatore atletico TOMMASO GALGANI) ha preparato bene la gara con una tattica attendista, lasciando l’iniziativa ai bianconeri locali, ma pronti a colpire in contropiede. E così effettivamente è andata la partita.

Nei primi minuti tuttavia gli amaranto partono un po’ contratti, ma alla prima occasione passano in vantaggio grazie ad un delizioso tocco sotto misura di FILIPPO SEMPLICI, dopo la bella sponda di testa di GIACOMO CERBONI. I mugellani continuano però a giocare con grande vigoria fisica e in avvio di ripresa riescono a pareggiare. L’impostazione di gioco di capitan LEONARDO CORSINOVI e compagni, però, non cambia: continuiamo ad attenderli bassa, per togliergli la profondità e ripartire in contropiede negli spazi che inevitabilmente ci avrebbero concesso visto la loro ricerca della vittoria. Così, proprio sull’ennesima ripartenza arriva il nuovo vantaggio firmato ALIOUNE NDAW.

Stavolta, però, l’1-2 pesa sulla testa dei padroni di casa che iniziano ad innervosirsi perdendo ulteriormente le distanze tra i reparti. Ancora una volta siamo bravi ad approfittare di questa mancanza di equilibrio con un rapido contropiede finalizzato dal nostro bomber FABRIZIO ANEDDA. Proprio, lui, poi in pieno recupero si procura anche il calcio di rigore che il neo entrato ELHADJI GUEYE realizza con freddezza per il definitivo 4-1.

Nella foto una fase del match (presa dalla pagina Facebook dell’Audax Rufina)

Di |2022-05-16T15:45:25+00:0016 Maggio 2022|Blog, Design, Featured, News, Uncategorized|0 Commenti

MONTELUPO – RIGNANESE 2-3

‘VENDETTA’ COMPIUTA NEL DERBY TRA CUGINI

MONTELUPO: Delfino, Cupo (70’ Fornai), Granato (85’ Koceku), Brogi, Buzzi, Corsinovi, Marrazzo (70’ Mattei), Cerboni (70’ Gueye), Anedda, Ndaw (85’ Gori), Semplici. A disp.: Parrini, Masoni, Bagnoli, Beconcini. All.: Lucchesi A.

RIGNANESE: Ferrari, Fagioli, Casalini (50’ Parigi), Spiga, Molino, Pruneti, Landini (88’ Cardi), Merola (50’ Rosi), Lalai (70’ Sagnini), Kuqi, Ciancaleone (88’ Nenciarini). A disp.: Castellucci, Frijia, Dimare. All. Lucchesi F.

ARBITRO: Marino di Pisa (assistenti La Rosa e Cipriani di Firenze).

RETI: 20’ Landini; 40’ Semplici; 75’ Ciancaleoni; 82’ Sagnini, 95’ Anedda.

KO CHE NON CI VOLEVA: ULTIMI 90 MINUTI DECISIVI

A distanza di oltre 5 mesi il Castellani torna ad essere violato: dopo il rocambolesco 3-4 con il Luco dello scorso 17 ottobre, stavolta è la Rignanese ad espugnare il campo del Montelupo con il punteggio di 3-2 (nella foto una fase del match: fonte pagina Facebook Rignanese). Si consuma quindi la ‘vendetta’ di Francesco Lucchesi, montelupino doc alla guida dei biancoverdi fiorentini, che dopo la sconfitta incassata all’andata riequilibra il bilancio ‘familiare’ nel derby con il cugino ANDREA LUCCHESI, sulla panchina dei nostri amaranto.

Ci presentiamo a questa importante sfida senza troppe novità con un 3-5-2 che vede CUPO, capitan CORSINOVI e BUZZI a comporre la linea difensiva mentre MARRAZZO e GRANATO presidiano le due corsie laterali con NDAW nel ruolo di play davanti alla difesa e BROGI e SEMPLICI ai suoi fianchi. Davanti CERBONI e bomber ANEDDA. Proprio il nostro attaccante più prolifico ha due buone chances al 4′ e al 14′, ma non riesce a concretizzare. Così, alla prima opportunità sono gli ospiti a colpire: imbucata per il velocissimo Landini, che brucia BUZZI e trafigge DELFINO una volta entrato in area. Al 30′ avremmo già pareggiato con un colpo di testa di ANEDDA, ma l’arbitro annulla per fuorigioco su segnalazione del guardalinee. Una decisione che lascia più di qualche dubbio ai padroni di casa, così come un successivo mancato ‘giallo’ che avrebbe costretto in dieci la Rignanese. Tuttavia il finale di primo tempo è tutto di marca amaranto e, infatti, al 41′ arriva il pareggio di SEMPLICI.

Nonostante avessero chiuso in crescendo i primi 45 minuti, però, nella ripresa i ragazzi di mister Lucchesi tornano in campo contratti e perdono un po’ di misure tra i reparti. Di conseguenza la squadra di Rignano sull’Arno prende campo e nel giro di 7 minuti tra il 75′ e l’82’ mette in cassaforte il successo: Prima infatti Ciancaleoni trova il gol del nuovo vantaggio e poi il subentrato Sagnini firma il tris che di fatto chiude la partita. Nonostante un generoso forcing finale, infatti, il Montelupo riesce solo ad accorciare le distanze quando è ormai troppo tardi per alimentare qualsiasi sogno di rimonta: corre il 95′ quando ANEDDA firma il definitivo 2-3.

Le concomitante vittoria del San Piero a Sieve ha risucchiato CORSINOVI e compagni in zona play-out con le ultime speranze di salvezza diretta che sono riposte tutte nell’ultima difficile trasferta di Rufina. Oltre a vincere il proprio match, però, il Montelupo dovrà sperare che non faccia altrettanto il San Piero a Sieve, oppure in caso di pareggio dovranno incastrarsi la sconfitta del San Piero a Sieve e la non vittoria della Gallianese. Qualora dovessimo invece uscir a mani vuote dalla Rufina saremmo costretti a giocarci la salvezza nel play-out contro la Sestese.

Di |2022-05-09T23:37:54+00:009 Maggio 2022|Blog, Design, Featured, News, Uncategorized|0 Commenti

ATHLETIC CALENZANO – MONTELUPO 0-0

PARI A RETI BIANCHE AL “MAGNOLFI”

ATHLETIC CALENZANO: Zambri, Paoletti, Becattini, Scudocrociato, Pantiferi, Landolina, Caniggia, Bucaioni (79′ Conti R.), Penzo, Simoni, Del Re. A disp.: Pedini, Khodin, Vivarelli, Papi, Conti G., Michienzi, Pinori. All.: Scintu.

MONTELUPO: Delfino, Cupo, Granato, Brogi, Buzzi, Corsinovi, Marrazzo (87′ Fedeli), Cerboni (85′ Fornai), Anedda, Ndaw, Koceku (75′ Gori). A disp.: Parrini, Mattei, Bagnoli, Masoni, Beconcini, Gueye. All.: Lucchesi.

ARBITRO: Monti di Firenze (assistenti Moawad di Firenze e Lipardi di Pistoia)

GARA EQUILIBRATA TRA DUE TEAM DAL GRANDE POTENZIALE

Dopo l’impresa casalinga contro la capolista Montespertoli, che ha festeggiato comunque l’aritmetica promozione con 180′ di anticipo, siamo usciti indenni anche dal difficile campo dell’Athletic Calenzano, ma i risultati degli altri campi non ci hanno sorriso. Le vittorie di San Piero a Sieve e Rignanese, di scena tra l’altro domenica prossima proprio al “Castellani”, hanno infatti risucchiato nuovamente gli amaranto nella zona play-out. Peccato perché sul campo probabilmente i ragazzi di mister ANDREA LUCCHESI avrebbero meritato qualcosa di più.

Dopo una prima fase di studio, però, i primi a rendersi pericolosi sono proprio i rossoblù locali, che al 18′ chiamano in causa RICCARDO DELFINO con una bella giocata in area di Bucaioni. La risposta dei nostri ragazzi arriva al 39′ quando FABRIZIO ANEDDA sfugge sulla sinistra e mette al centro, un difensore libera di testa ma GIACOMO CERBONI raccoglie al limite dell’area la corta respinta e con una conclusione leggermente deviata impegna l’estremo difensore del Calenzano. La prima frazione, estremamente equilibrata, si chiude senza ulteriori sussulti mentre la ripresa si apre con la più ghiotta occasione di giornata per il Montelupo: corre il 49′ infatti quando al termine di un veloce contropiede ANEDDA si presenta solo davanti a Zambri, non riuscendo però a fare meglio di calciargli addosso.

I padroni di casa sono spesso pericolosi sulle palle inattive come al 57′ quando sugli sviluppi di un corner la palla esce di poco sul fondo. Sempre su calcio d’angolo al 67′ torna a farsi vedere anche il Montelupo con FEDERICO BUZZI che impegna Zambri direttamente dalla bandierina. Al 69′, invece, è il Calenzano ha costruire la più nitida occasione da rete per passare in vantaggio in contropiede: Penzo brucia in velocità ANTONIO GRANATO e giunto d’innanzi a DELFINO prova a superarlo con un tocco piazzato, ma il suo tentativo termina a lato di un metro abbondante alla destra del portierone amaranto.

Il finale di gara, però, è tutto di marca amaranto con altre due ottime chance al 75′ e al 79′: prima sia CERBONI che EDOARDO BROGI si vedono respingere uno dopo l’altro i loro tentativi, poi il neo entrato LORENZO GORI recupera bene palla in mezzo al campo e verticalizza immediatamente per il solito CERBONI il quale serve ANEDDA che, dopo aver superato in velocità Pantiferi, viene chiuso dalla provvidenziale uscita di Zambri. Alla fine quindi il risultato non si schioda dallo 0-0 iniziale e vale il 32° punto stagionale per capitan LEONARDO CORSINOVI e soci. Peccato che vincendo col Dicomano la Rignanese ci abbia scavalcato al 9° posto relegandoci all’ultimo che coinvolgerebbe nei play-out. Usiamo il condizionale perché l’attuale distacco di 9 punti dalla Gallianese penultima farebbe scattare la forbice secondo cui il regolamento prevede la retrocessione diretta della penultima in classifica. Il problema è che il San Piero quartultimo è distante solo 2 lunghezze dopo il successo sul Lebowski di domenica scorsa.

Di |2022-05-02T16:23:23+00:002 Maggio 2022|Blog, Design, Featured, News, Uncategorized|0 Commenti

MONTELUPO – MONTESPERTOLI 2-1

SHOW AMARANTO E LA CAPOLISTA SI INCHINA

MONTELUPO: Delfino, Cupo, Granato (75’ Beconcini), Brogi, Buzzi, Corsinovi, Marrazzo, Cerboni, Anedda, Ndaw,
Semplici. A disp.: Parrini, Bagnoli, Mattei, Cacialli, Masoni, Bartoletti, Fedeli, Scardigli. All.: Lucchesi.

MONTESPERTOLI: Fenderico, Cerrato, Mina, Fioravanti (87’ Sinteregan), Sabatini A. (34’ Biondi), Conti, Bourezza,
Marconcini, Rocco (25’ Di Tommaso), Maltomini, Marchi. A disp.: Sabatini E., Sirigu, Anachini, Parrino, Veraldi, Giannone. All.: Targetti.

ARBITRO: Corti di Prato (assistenti Orsini di Pontedera e Bertolucci di Lucca).

RETI: 12’ aut. Fenderico; 38’ Anedda; 92’ Di Tommaso.

APPROCCIO PERFETTO

Primo tempo da incorniciare per il Montelupo, che comunque anche nella ripresa gestisce bene il doppio vantaggio, interrompendo così la striscia positiva della capolista Montespertoli, imbattuta da 19 partite. Tra l’altro, insieme all’Audax Rufina e al Luco, gli amaranto sono l’unica squadra a non aver mai perso con la corazzata gialloverde. Se le due mugellane hanno fatto però 2 pareggi, la squadra di mister ANDREA LUCCHESI è stata addirittura capace di strappare 4 punti alla truppa dei montelupini Claudio Targetti e del suo vice Riccardo Bacciarelli.

Strepitoso l’approccio alla gara di capitan LEONARDO CORSINOVI e compagni, che in poco più di 6 minuti di gioco sfiorano due volte il vantaggio: prima l’altro montelupino in casacca gialloverde Alessio Sabatini salva sulla linea un colpo di testa di GIACOMO CERBONI, dopo una respinta corta di Fenderico sulla punizione di ALIOUNE NDAW, poi FABRIZIO ANEDDA spreca a tu per tu col portiere. I padroni di casa continuano a premere sull’acceleratore e al 9′, dopo aver recuperato palla sulla trequarti avversaria grazie ad un’ottima pressione alta, MIRKO MARRAZZO non riesce ad inquadrare lo specchio dal limite dell’area. E’ il preludio al gol che arriva puntuale al 12′ quando un’altra splendida punizione di NDAW centra in pieno la traversa e rimbalza sulla schiena di Fenderico terminando poi in rete.

L’esultanza dopo la rete del vantaggio

Il Montespertoli accusa il colpo e non sembra in grado di scuotersi, tanto che al 20′ rischia nuovamente grosso ma il direttore di gara non vede un netto fallo di Alessio Sabatini (poco dopo costretto ad uscire per infortunio) su Anedda all’interno degli ultimi sedici metri ospiti. Il primo pericolo per la porta di RICCARDO DELFINO arriva solo al 27′ quando l’estremo difensore di casa è bravo a neutralizzare una conclusione dalla distanza di Maltomini. Poi, dopo che al 35′ MARRAZZO si vede annullare il raddoppio per una più che dubbia posizione di fuorigioco, il 2-0 arriva comunque al 37′ grazie a bomber ANEDDA, abile a spizzare di testa sul secondo palo un bel pallone messo in area. Prima dell’intervallo ci vuole però un prodigioso intervento di DELFINO su Bourezza per impedire al Montespertoli di accorciare le distanze.

RIPRESA MENO VIVACE

Dopo l’intervallo il Montespertoli prova chiaramente ad alzare il baricentro nel tentativo di rimettere in piedi una partita ormai compromessa ma il Montelupo copre bene gli spazi e gestisce con personalità senza mai rischiare seriamente di riaprire la contesa. DELFINO non deve compiere praticamente alcuna parata, anche se si fa sempre trovare pronto sui traversoni messi in area dagli ospiti, e soltanto nei minuti di recupero capitola per la bella girata di testa dell’esperto Di Tommaso. Ma non c’è più tempo e gli amaranto possono festeggiare una vittoria che profuma di impresa e che avvicina decisamente la squadra alla salvezza. A 3 turni dalla fine, infatti, adesso abbiamo un punto di vantaggio sulla Rignanese dell’altro montelupino Francesco Lucchesi, ma soprattutto 4 lunghezze sul quintultimo posto del San Piero a Sieve che, vista la forbice nuovamente attività rispetto alla penultima piazza, varrebbe comunque la permanenza in categoria senza dover disputare i play-out.

A fine gare il nostro allenatore ANDREA LUCCHESI ha commentato così la prestazione dei suoi ragazzi:

“Per molti questa vittoria è stata inaspettata, ma non per noi perché l’avevamo preparata bene e fin da subito i ragazzi sono stati bravi ad interpretarla nel modo giusto, sorprendendo forse i nostri avversari. E’ un successo che questi ragazzi si meritano per gli ultimi tre mesi difficili che abbiamo passato tra infortuni, squalifiche e partenze, a cui abbiamo deciso di sopperire con i nostri ragazzi della Juniores e mi piace sottolineare come siano stati ben 13 i ragazzi ad esordire finora. Devo fargli veramente un plauso a tutti, dai giovani ai più ‘vecchi, perché tutti hanno strinto i denti dimostrando grande disponibilità ed adattabilità a più ruoli, anche magari per loro inediti. Tornando alla sfida col Montespertoli abbiamo disputato un primo tempo importante dove i due gol di scarto ci stavano anche stretti visti il gol annullato, molto dubbio, e un rigore sacrosanto non concesso. Nella ripresa poi ci siamo abbassati un po’ e, come era prevedibile, il Montespertoli ha provato a fare qualcosa in più ma a conti fatti Delfino non ha dovuto fare nessuna parata degna di nota. Solo nel finale, quando eravamo un po’ stanchi, abbiamo letto male una situazione ed è arrivato questo gran gol di testa di Di Tommaso, ma per fortuna la partita era ormai finita. Non è ancora però il momento di abbassare la guardia perché c’è da fare l’ultimo sforzo nelle ultime tre giornate che rimangono da giocare. Sono convinto che con altri 4 punti dovremmo essere al sicuro”.

Di |2022-04-25T16:27:50+00:0025 Aprile 2022|Blog, Design, Featured, News, Uncategorized|0 Commenti

SESTESE – MONTELUPO 4-0

SCONFITTA TROPPO PESANTE

SESTESE: Valoriani, Grazzini, Bandinelli, Fattori (85’ Idmane), Sanni, Manetti, Capetta (70′ Paggetti), Vinciarelli (71′ Frongillo), Simeone (71′ Silvestri), Ridolfi, Di Vico (88’ Farulli). A disp.: Giuntini, Bencini, Nencini, Renieri. All.: Angelini.

MONTELUPO: Delfino, Cupo, Mattei (55′ Marrazzo), Semplici (76’ Fedeli), Buzzi (66’ Koceku), Corsinovi, Fornai (46’ Brogi), Cerboni, Anedda, Ndaw, Granato (76’ Gori). A disp.: Parrini, Masoni, Beconcini, Bartoletti. All.: Lucchesi.

ARBITRO: Marino di Pisa (assistenti Goretti del Valdarno e Martelli di Firenze).

RETI: 12’, 65′ e 81′ Di Vico, 89’ Silvestri

AVVIO TUTTO DI MARCA ROSSOBLU’

Brutta battuta d’arresto per il Montelupo al “Torrini” di Sesto Fiorentino contro una Sestese a caccia di punti salvezza, ma reduce da 5 sconfitte consecutive. Diciamo subito che il punteggio è fin troppo pesante per la truppa di mister ANDREA LUCCHESI, che è stata comunque in partita fino all’81’ quando è arrivato il terzo gol personale di uno scatenato Di Vico che ha di fatto mandato i titoli di coda. L’avvio, però, è tutto di marca locale, tanto che al 12′ i padroni di casa hanno già sbloccato il risultato con una splendida conclusione da fuori area del loro numero dieci che si infila proprio sotto l’incrocio dei pali. Passano poco meno di due minuti e ci vuole uno strepitoso doppio intervento con tanto di successivo salvataggio ‘miracoloso’ di capitan LEONARDO CORSINOVI per non incassare subito il raddoppio.

Con il passare dei minuti, però, gli amaranto prendono le misure alla Sestese e inizio a tirare fuori la testa dal guscio: al 23′ ANDREA MATTEI scappa sulla sinistra e mette in mezzo un bel traversone per FABRIZIO ANEDDA, che spizza di testa indirizzando la sfera sul palo più lontano, ma Valoriani ci arriva e sventa la minaccia; al 26′ invece è ALIOUNE NDAW a sfondare dalla parte opposta e a servire a centro area il solito ANEDDA, il quale dopo aver controllato non riesce stavolta ad impensierire il portiere locale. Il Montelupo adesso c’è, però, ed al 37′ mette nuovamente i brividi a Valoriani, determinante nel respingere la punizione ben indirizzato di NDAW.

Nel finale di tempo torna però a farsi vedere la Sestese, che va vicinissima al raddoppio ancora con Di Vico, ma stavolta la sua bordata dalla distanza si stampa sulla traversa. Ad inizio ripresa mister LUCCHESI prova ad inserire forse fresche con gli ingressi di EDOARDO BROGI in mezzo al campo e MIRKO MARRAZZO a sinistra ed al 61′ è ancora NDAW a sfiorare il pari con una pregevole azione personale, conclusa con un tiro che termina di un soffio a lato.

FATALI GLI ULTIMI MINUTI

Nel momento migliore degli amaranto, però, ecco la beffa con la rete del 2-0 sestese ad opera ancora di Di Vico. A questo punto il nostro allenatore prova a cambiare le carte in tavola ed inserisce un attaccante, FLORYAN KOCEKU per un difensore, l’esperto FEDERICO BUZZI, ma i tentativi amaranto non riescono a scardinare l’attenta linea difensiva locale. Così, dopo altre due sostituzioni (fanno il loro ingresso in campo anche SAMUELE FEDELI e LORENZO GORI), si arriva al minuto 81′ quando un traversone del neo entrato Silvestri trova pronto a centro area il solito Di Vico a girare in rete la propria personale tripletta. La partita si chiude qui con un generoso forcing finale del Montelupo, che spalanca però solo le porte al contropiede del definitivo 4-0 della Sestese all’89’ proprio con Silvestri, che parte da metà campo, si percorre circa sessanta metri e trafigge inesorabilmente DELFINO.

Nonostante la sconfitta rimaniamo fuori dalla zona play-out, ma vediamo avvicinarsi pericolosamente la Rignanese (scontro diretto al “Castellani” alla penultima giornata), adesso distante un solo punto dopo la vittoria a San Piero a Sieve, che resta quindi attardato di due lunghezze. A 4 punti si avvicina anche la Sestese, mentre la Gallianese è rientrata dentro la forbice degli 8 punti che riattiva quindi lo spareggio salvezza pure per la quintultima classificata.

Di |2022-04-19T17:59:48+00:0019 Aprile 2022|Blog, Design, Featured, News, Uncategorized|0 Commenti

MONTELUPO – C.S. LEBOWSKI 1-0

MARRAZZO ENTRA E DECIDE L’INCONTRO

MONTELUPO: Delfino, Cupo, Mattei, Brogi, Buzzi, Corsinovi, Fornai (63’ Marrazzo), Cerboni (84’ Beconcini), Anedda,
Semplici (66’ Koceku), Granato (66’ Gori). A disp.: Parrini, Cacialli, Bagnoli, Masoni. All. Lucchesi.

CENTRO STORICO LEBOWSKI: Mirri, Frutti, Magnelli, Quadri, Geri, Bartolozzi (31′ Battista), Calbi, Fornai, Ferravante (68′ Bargelli), Ortega (62′ Bonini), Conti (83′ Frassinetti). A disp.: Paoli, Paggetti, Murras L., Cammelli, Mohamed. All. Murras D.

ARBITRO: Pianigiani di Siena (assistenti Argiolas e Casole di Pisa).

RETE: 69’ Marrazzo.

NOTE: Espulso Mirri (C) al 30’ per doppia ammonizione.

PRONTO RISCATTO NEL BUNKER DEL “CASTELLANI”

La partita si preannunciava complicata e così è stata, ma alla fine il Montelupo è riuscito a portare a casa l’intera posta in palio mantenendosi fuori dalla zona play-out e conservando la propria imbattibilità casalinga che ormai dura dallo scorso 17 ottobre (rocambolesco sconfitta per 3-4 con il Luco alla terza giornata di campionato). Mister ANDREA LUCCHESI pesca il jolly dalla panchina con l’ingresso in campo di MIRKO MARRAZZO, che appena 6 minuti dopo essere subentrato a TOMMASO FORNAI, mette a segno il gol decisivo (nella foto l’esultanza di gruppo). Ma andiamo con ordine.

Oltre all’infortunato ELHADJI GUEYE, gli amaranto devono rinunciare anche allo squalificato ALIOUNE NDAW con FILIPPO SEMPLICI che stavolta viene impiegato in coppia con GIACOMO CERBONI, invece che nella consueta alternanza tra i due. Confermatissimo il panchetto arretrato con FILIPPO CUPO e ANDREA MATTEI sugli esterni e capitan LEONARDO CORSINOVI e l’esperto FEDERICO BUZZI al centro, mister LUCCHESI si affida ai giovani EDOARDO BROGI e TOMMASO FORNAI oltre al ristabilito ANTONIO GRANATO (alla prima da titolare dopo il ritorno dall’infortunio). A guidare l’attacco naturalmente bomber FABRIZIO ANEDDA. Proprio quest’ultimo, dopo un bello scambio con SEMPLICI, è il primo a rendersi pericoloso anche se la conclusione della punta amaranto non crea particolari grattacapi a Mirri. Portiere ospite che diventa protagonista, purtroppo per lui in negativo, quando al 30′ si vede sventolare il secondo cartellino giallo, con conseguente espulsione, per un fallo fuori area sul lanciato FORNAI. Già al 5′, infatti, aveva commesso un altro fallo, stavolta ai danni di ANEDDA, al di fuori dei suoi sedici metri.

I nostri ragazzi provano a sfruttare la superiorità numerica ed in chiusura di tempo hanno due ottime occasioni con BROGI, entrambe su altrettanti corner calciati da BUZZI: prima al 37′ schiaccia troppo il proprio colpo di testa che dopo essere rimbalzato a terra si alza sopra la traversa difesa dal nuovo entrato Battista (portiere della Juniores grigionera), poi al 40′ sfiora la traversa dopo essere svettato più in alto di tutti. Nella ripresa il Montelupo comanda ancora le operazioni del gioco, ma l’unica vera occasione per sbloccare il risultato arriva nuovamente da calcio piazzato, quando al 17′ il solito mancino telecomandato di BUZZI pesca in area ANEDDA, che mette di un soffio a lato. Dopo una serie di sostituzioni, come anticipato, poi ecco quella decisiva di MARRAZZO che al 69′ fa esplodere il “Castellani” sfondando sulla destra e trafiggendo Battista con un pregevole pallonetto di sinistro appena entrato in area.

Il Centro Storico Lebowski, nonostante l’uomo in meno, ha una reazione d’orgoglio e ci vuole il miglior RICCARDO DELFINO per blindare il successo: l’estremo difensore amaranto è infatti provvidenziale al 72′ sul tiro ravvicinato di Bargelli e addirittura monumentale quando nel finale si oppone d’istinto al colpo di testa a botta sicura del neo entrato Frassinetti. Nel mezzo a queste due chances ospiti, però, il Montelupo a recriminato per un possibile rigore per atterramento di GORI in area (il contatto appare netto, ma il direttore di gara non è dello stesso avviso).

Grazie a questa vittoria manteniamo 2 lunghezze di vantaggio sul San Piero a Sieve e 4 sulla Rignanese con all’orizzone un’altra sfida molto importante come quella di sabato prossimo a Sesto Fiorentino contro la Sestese terzultima. Raggiungere quanto prima la salvezza resta l’obiettivo numero uno, ma con ancora 5 partite da disputare e una classifica cortissima a parte la capolista Montespertoli, anche i play-off non sono poi così lontani.

Di |2022-04-11T17:08:32+00:0011 Aprile 2022|Blog, Design, Featured, News, Uncategorized|0 Commenti
Torna in cima