RISVEGLIO TARDIVO, ANCHE IL LUCO SBANCA IL CASTELLANI

MONTELUPO: Delfino (46’ Parrini), Cupo (80’ Brogi), Granato, Semplici, Buzzi (75’ Mattei A.), Corisnovi, Gueye, Cerboni, Anedda, Koceku (70’ Terremoto), Fornai (52’ Marrazzo). A disp. Banchi, Gori, Seghetti, Mattei M. All. Lucchesi.

POLISPORTIVA LUCO: Brunelli, Baggiani, Mauro, Lukolic (70’ Lombardi), Ignesti, Pisapia, Roselli, Cirillo (80’ Innocenti), Campagna, Gianassi, Alivernini (15’ Biscardi). A disp. Rizzo, Arias, Trotta, Farina, Agonici, Berardicurti. All. Allori.

Arbitro: Macca di Pisa (assistenti Casole e Parrotta di Pisa).
Reti: 18′ Roselli (L); 36′ e 79′ rig. Anedda (M); 63′ e 70′ Biscardi (L); 68′ Campagna (L); 90′ Terramoto (M).

Non decolla la stagione della nostra Prima Squadra in Promozione. Nell’ultimo week-end è arrivata la terza sconfitta stagionale, la seconda consecutiva davanti al nostro pubblico. Stavolta è il Luco a sbancare il Castellani nonostante il generoso tentativo di rimonta finale dei ragazzi di mister Andrea Lucchesi. Per quanto riguarda lo schieramento iniziale il tecnico amaranto conferma 9/11 della formazione che sette giorni prima era partita dall’inizio nel match contro il Dicomano: le uniche due eccezioni riguardano il giovane Cupo al posto di Andrea Mattei sulla corsia destra e il fantasista Koceku per il terzino sinistro Seghetti, con Granato che è scalato a copertura della fascia mancina.

Purtroppo l’avvio di gara non è dei migliori con il Montelupo che ancora una volta deve pagare dazio alla dea bendata: così come la settimana precedente contro il Dicomano, deviazione decisiva di Buzzi su una conclusione dal limite dell’area, anche stavolta il vantaggio ospite arriva grazie ad una determinante deviazione che spiazza l’incolpevole Delfino. L’unica differenza è che stavolta non è un giocatore amaranto a vedersi colpire dalla sfera calciata da fuori area, bensì un avversario con la palla che gli sbatte fortuitamente sulla schiena e termina in fondo al sacco dalla parte opposta dove si stava muovendo l’estremo difensore di casa.

I nostri ragazzi hanno comunque una buona reazione e riescono a pareggiare con bomber Anedda, finalmente sbloccatosi: discesa sulla destra di Fornai, perfetto suggerimento a centro area e tocco sotto misura facile facile per il nostro numero nove. Lo stesso Anedda, poi, poco prima dell’intervallo avrebbe anche l’opportunità di ribaltare il risultato ma stavolta non calcia in maniera pulita da buona posizione e l’occasione sfuma. Nell’intervallo, poi, Lucchesi è costretto a sostituire Delfino per infortunio con il giovane Parrini, già titolare nel primo turno di Coppa Italia. E’ proprio in avvio di ripresa, però, che si decide la sfida: nel giro di 7 minuti tra il 63′ e il 70′, infatti, il Luco prende il largo. Prima una punizione da posizione molto defilata di Biscardi assume una traiettoria che finisce per beffare il portiere ex Fucecchio, tradito forse anche dal sole nell’occasione, poi Campagna firma il tris e ancora Biscardi cala il poker con una botta sotto la traversa.

Il Montelupo ha il grande merito di non mollare mai e di credere fino alla fine nella possibilità di riaprire una sfida ormai compromessa. Il primo squillo di riscossa arriva al 79′ quando Anedda fugge sul settore destro dell’attacco amaranto e mette al centro per Gueye, il quale viene steso. L’arbitro indica il dischetto del rigore senza esitazioni e lo stesso Anedda realizza con freddezza. Al 90′, poi, è Terramoto con un morbido pallonetto a riaprire definitivamente l’incontro (un difensore allontana la palla nei pressi della linea di porta, ma secondo la terna arbitrale quando aveva già varcato la medesima), ma ormai il tempo a disposizione è troppo poco per completare la clamorosa rimonta. Il Luco, infatti, si chiude a riccio e porta a casa l’intera posta in palio.