SHOW AMARANTO E LA CAPOLISTA SI INCHINA

MONTELUPO: Delfino, Cupo, Granato (75’ Beconcini), Brogi, Buzzi, Corsinovi, Marrazzo, Cerboni, Anedda, Ndaw,
Semplici. A disp.: Parrini, Bagnoli, Mattei, Cacialli, Masoni, Bartoletti, Fedeli, Scardigli. All.: Lucchesi.

MONTESPERTOLI: Fenderico, Cerrato, Mina, Fioravanti (87’ Sinteregan), Sabatini A. (34’ Biondi), Conti, Bourezza,
Marconcini, Rocco (25’ Di Tommaso), Maltomini, Marchi. A disp.: Sabatini E., Sirigu, Anachini, Parrino, Veraldi, Giannone. All.: Targetti.

ARBITRO: Corti di Prato (assistenti Orsini di Pontedera e Bertolucci di Lucca).

RETI: 12’ aut. Fenderico; 38’ Anedda; 92’ Di Tommaso.

APPROCCIO PERFETTO

Primo tempo da incorniciare per il Montelupo, che comunque anche nella ripresa gestisce bene il doppio vantaggio, interrompendo così la striscia positiva della capolista Montespertoli, imbattuta da 19 partite. Tra l’altro, insieme all’Audax Rufina e al Luco, gli amaranto sono l’unica squadra a non aver mai perso con la corazzata gialloverde. Se le due mugellane hanno fatto però 2 pareggi, la squadra di mister ANDREA LUCCHESI è stata addirittura capace di strappare 4 punti alla truppa dei montelupini Claudio Targetti e del suo vice Riccardo Bacciarelli.

Strepitoso l’approccio alla gara di capitan LEONARDO CORSINOVI e compagni, che in poco più di 6 minuti di gioco sfiorano due volte il vantaggio: prima l’altro montelupino in casacca gialloverde Alessio Sabatini salva sulla linea un colpo di testa di GIACOMO CERBONI, dopo una respinta corta di Fenderico sulla punizione di ALIOUNE NDAW, poi FABRIZIO ANEDDA spreca a tu per tu col portiere. I padroni di casa continuano a premere sull’acceleratore e al 9′, dopo aver recuperato palla sulla trequarti avversaria grazie ad un’ottima pressione alta, MIRKO MARRAZZO non riesce ad inquadrare lo specchio dal limite dell’area. E’ il preludio al gol che arriva puntuale al 12′ quando un’altra splendida punizione di NDAW centra in pieno la traversa e rimbalza sulla schiena di Fenderico terminando poi in rete.

L’esultanza dopo la rete del vantaggio

Il Montespertoli accusa il colpo e non sembra in grado di scuotersi, tanto che al 20′ rischia nuovamente grosso ma il direttore di gara non vede un netto fallo di Alessio Sabatini (poco dopo costretto ad uscire per infortunio) su Anedda all’interno degli ultimi sedici metri ospiti. Il primo pericolo per la porta di RICCARDO DELFINO arriva solo al 27′ quando l’estremo difensore di casa è bravo a neutralizzare una conclusione dalla distanza di Maltomini. Poi, dopo che al 35′ MARRAZZO si vede annullare il raddoppio per una più che dubbia posizione di fuorigioco, il 2-0 arriva comunque al 37′ grazie a bomber ANEDDA, abile a spizzare di testa sul secondo palo un bel pallone messo in area. Prima dell’intervallo ci vuole però un prodigioso intervento di DELFINO su Bourezza per impedire al Montespertoli di accorciare le distanze.

RIPRESA MENO VIVACE

Dopo l’intervallo il Montespertoli prova chiaramente ad alzare il baricentro nel tentativo di rimettere in piedi una partita ormai compromessa ma il Montelupo copre bene gli spazi e gestisce con personalità senza mai rischiare seriamente di riaprire la contesa. DELFINO non deve compiere praticamente alcuna parata, anche se si fa sempre trovare pronto sui traversoni messi in area dagli ospiti, e soltanto nei minuti di recupero capitola per la bella girata di testa dell’esperto Di Tommaso. Ma non c’è più tempo e gli amaranto possono festeggiare una vittoria che profuma di impresa e che avvicina decisamente la squadra alla salvezza. A 3 turni dalla fine, infatti, adesso abbiamo un punto di vantaggio sulla Rignanese dell’altro montelupino Francesco Lucchesi, ma soprattutto 4 lunghezze sul quintultimo posto del San Piero a Sieve che, vista la forbice nuovamente attività rispetto alla penultima piazza, varrebbe comunque la permanenza in categoria senza dover disputare i play-out.

A fine gare il nostro allenatore ANDREA LUCCHESI ha commentato così la prestazione dei suoi ragazzi:

“Per molti questa vittoria è stata inaspettata, ma non per noi perché l’avevamo preparata bene e fin da subito i ragazzi sono stati bravi ad interpretarla nel modo giusto, sorprendendo forse i nostri avversari. E’ un successo che questi ragazzi si meritano per gli ultimi tre mesi difficili che abbiamo passato tra infortuni, squalifiche e partenze, a cui abbiamo deciso di sopperire con i nostri ragazzi della Juniores e mi piace sottolineare come siano stati ben 13 i ragazzi ad esordire finora. Devo fargli veramente un plauso a tutti, dai giovani ai più ‘vecchi, perché tutti hanno strinto i denti dimostrando grande disponibilità ed adattabilità a più ruoli, anche magari per loro inediti. Tornando alla sfida col Montespertoli abbiamo disputato un primo tempo importante dove i due gol di scarto ci stavano anche stretti visti il gol annullato, molto dubbio, e un rigore sacrosanto non concesso. Nella ripresa poi ci siamo abbassati un po’ e, come era prevedibile, il Montespertoli ha provato a fare qualcosa in più ma a conti fatti Delfino non ha dovuto fare nessuna parata degna di nota. Solo nel finale, quando eravamo un po’ stanchi, abbiamo letto male una situazione ed è arrivato questo gran gol di testa di Di Tommaso, ma per fortuna la partita era ormai finita. Non è ancora però il momento di abbassare la guardia perché c’è da fare l’ultimo sforzo nelle ultime tre giornate che rimangono da giocare. Sono convinto che con altri 4 punti dovremmo essere al sicuro”.