BOTTA E RISPOSTA NEL 1° TEMPO

MONTELUPO: Delfino, Marrazzo (90’ Mattei M.), Mattei A., Brogi, Cupo, Corsinovi, Koceku (60’ Gueye), Semplici (65’ Cerboni), Anedda, Ndaw, Fornai (72’ Terramoto). A disp.: Fetahu, Seghetti, Cacialli, Gori, Fedeli. All.: Lucchesi.

ATHLETIC CALENZANO: Mocali, Conti, Michiensi, D’Orsi (55’ Scudocrociato), Pantiferi, Khodin, Bucaioni, Landolina (83’ Caniggia), Penso, Simoni, Del Re (65’ Murgia). A disp.: Evi, Nencioli, Vivarelli, Londino, Lapi. All.: Scintu.

ARBITRO: Leoni di Pisa (assistenti Marchetti di Pistoia e Rocchi di Pontedera).

RRETI: 15’ Penso; 44’ Anedda.

Finisce in parità la sfida del “Castellani” contro l’Athletic Calenzano, formazione attualmente in piena zona play-off. Un pareggio arrivato in rimonta per i nostri amaranto, che così allungano la striscia delle partite recuperate. Questa è la quinta volta, infatti, che capitan LEONARDO CORSINOVI e compagni riescono a rimediare ad una situazione di svantaggio: in precedenza l’impresa era già riuscita contro Audace Galluzzo (1-1), Gallianese (2-1), Sestese (4-1) e Montespertoli (2-2). Stavolta, però, non c’è stato bisogno degli ormai ‘fedeli’ ultimi minuti dato che l’1-1 finale è stato determinato tutto nel primo tempo.

Ma andiamo con ordine e partiamo dalle scelte di mister ANDREA LUCCHESI, che ha dovuto fare a meno del giovane portiere MATTEO PARRINI e dell’esperto difensore FEDERICO BUZZI, entrambi squalificati dopo il derby di Montespertoli. Il centrale, che componeva il muro amaranto insieme a CORSINOVI è stato sostituito dal giovane classe 2003 FILIPPO CUPO, che normalmente viene schierato terzino destro. Di conseguenza la copertura della fascia destra è stata affidata a MIRKO MARRAZZO. Rispetto all’undici che aveva cominciato sette giorni prima la sfida del “Molino del Ponte di Baccaiano”, poi, sono due le ulteriori novità: la prima in mezzo al campo con il più esperto FILIPPO SEMPLICI che viene preferito a GIACOMO CERBONI, l’altra sulla corsia esterna offensiva con FLORYAN KOCEKU ed ELHADJI GUEYE che si alternano nuovamente con il primo stavolta titolare. Per quanto riguarda il ruolo di dodicesimo, invece, in panchina si siede il portiere della Juniores ANDI FETAHU (’03)

In una partita giocata a buoni ritmi per gran parte dei 90 minuti, le emozioni si sono però concentrate tutte nella prima frazione con i rossoblù ospiti che hanno sbloccato il risultato al 15′ con Penso, lesto a sfruttare un corto retropassaggio di KOCEKU a RICCARDO DELFINO, per anticipare il portiere amaranto e depositare nella porta sguarnita. Con il passare dei minuti, però, il Montelupo ha cominciato a macinare gioco e proprio poco prima dell’intervallo è riuscito a pervenire al pareggio: corre il 44′, infatti, quando ALIOUNE NDAW verticalizza per FABRIZIO ANEDDA, un difensore del Calenzano buca l’intervento e spalanca la strada al numero nove amaranto, che si invola lungo l’out di destra, entra in area e scavalca Mocali in uscita con un delizioso pallonetto.

Nella ripresa la partita rimane viva con gli ospiti che si rendono pericolosi soprattutto sulle palle inattive, in un paio di circostanze è provvidenziale DELFINO, ma la vera chance per portare a casa l’intera posta in palio ce l’hanno proprio i nostri ragazzi all’80’ con il neo entrato GUEYE, che però solo davanti al portiere non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Alla fine, quindi, le due formazioni si devono accontentare di un punto ciascuno col Montelupo che sale a quota 15 (+2 sulla zona play-out) mentre il Calenzano si porta a 17, in piena zona play-off.