LENSI ABBASSA LA SARACINESCA, GRANATO LA DECIDE

ATHLETIC CALENZANO: Evi, Conti, Becattini, Maliqaj, Francini, Landolina, Gianassi, Idmane, Palaj, Simoni, Biagioni. A disp.: Zambri, Silvestri L., Corti, Lascialfari, Curumi, Silvestri N., Buitoni, Miranda, Caciagli. All.: Scintu. .

MONTELUPO: : Lensi, Marrazzo, Mattei, Brogi, Cupo, Corsinovi, Bruno (86′ Bagnoli), Beconcini (57’ Granato), Anedda (86’ Garunja), Leoncini (73’ Gueye), Gori (63’ Cerboni). A disp.: Consani, Buzzi, Carli, Rosi. All.: Galgani (Lucchesi squalificato).

ARBITRO: Di Legge di Pisa (assistenti Testi di Livorno e Giunta di Firenze).

RETE: 85′ Granato.

PRONTO RISCATTO A CALENZANO

Serviva una risposta dopo la battuta d’arresto casalinga contro la Rignanese e una risposta è arrivata. Pur soffrendo, grazie ad una prestazione solida e compatta, il Montelupo è riuscito a portar via l’intera posta in palio dal “Magnolfi” di Calenzano. Mister ANDREA LUCCHESI, in tribuna per squalifica e sostituito in panchina dal vice TOMMASO GALGANI, deve fare a meno ancora di FEDERICO BUZZI in difesa ed ELHAJI GUEYE in attacco, ma entrambi partono almeno dalla panchina con il secondo che subentra poi nel corso della ripresa. Rispetto alla prima giornata il tecnico montelupino cambia solo due uomini: uno forzata per la squalifica di ALIOUNE NDAW con LORENZO GORI al suo posto e l’altro per scelta tecnica con LORENZO BRUNO che rileva l’altro classe 2004 MATTIA BAGNOLI. In panchina si rivede poi anche GIACOMO CERBONI (un recupero importante il suo), pure una mezz’oretta in campo per lui, dopo l’infortunio alla caviglia rimediato in estate.

A differenza della sfida contro la Rignanese, stavolta gli amaranto hanno un ottimo approccio alla gara tanto che dopo appena un minuto hanno già sfiorato il vantaggio con GORI, il quale non arriva per questione di centimetri sull’invitante traversone di FABRIZIO ANEDDA. Scampato il pericolo, però, cresce l’Athletic Calenzano che minuto dopo minuto prende possesso del campo. I padroni di casa appaiono soprattutto più reattivi sulle seconde palle, ma senza mai impensierire seriamente ANDREA LENSI, almeno fino al 40′. Quando mancano ormai solo 5 minuti all’intervallo, infatti, capitan LEONARDO CORSINOVI tocca la palla in area con la mano e l’arbitro accorda il calcio di rigore al Calenzano: sul dischetto si presenta Simoni, che calcia debolmente ma angolato alla destra di LENSI, il quale intuisce la traiettoria del tiro e neutralizza bloccando a terra. Si va quindi al riposo a reti bianche.

RIPRESA IN CRESCENDO GRAZIE AI CAMBI

La ripresa si apre con un Calenzano sempre padrone del campo e un MONTELUPO comunque ordinato e attento nel contenere le avanzate locale. Dopo altre due chances non andate a buon fine di Simoni e Palaj, però, è il nostro portiere LENSI a salire nuovamente in cattedra opponendosi da campione ad una conclusione di Biagioni al 65′. Con l’innesto di forze fresche, però, il Montelupo riesce a ripartire con più efficacia e al 70′ ha la prima ghiottissima occasione per passare in vantaggio, ma un difensore rossoblù è provvidenziale nel chiudere ANTONIO GRANATO al momento di concludere da ottima posizione. E’ di fatto il preludio al gol, che arriva all’85’ quando proprio CERBONI lancia alla perfezione per lo stesso GRANATO, il quale dopo un aggancio sontuoso passa avanti al proprio marcatore e si presenta a tu per tu con Evi, trafiggendolo con un chirurgico tocco nell’angolino basso alla sua sinistra. A questo punto, però, al MONTELUPO viene un po’ il braccino e non riesce a gestire bene gli ultimi minuti di gioco più i cinque di recupero, concedendo un’altra clamorosa opportunità al Calenzano per pareggiare: corre il 92′, infatti, quando Simoni si libera di un paio di avversari in area, presentandosi poi solo davanti a LENSI, il quale però è ancora una volta ‘miracoloso’ sbarrando nuovamente la strada al numero dieci locale.

La foto in copertina è il gruppo della Prima squadra durante la presentazione ufficiale